Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish
Venerdì, 03 Ottobre 2014 22:26

Riflessioni in vista del trentennale In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ai miei collaboratori

Trent’anni di attività rappresentano un traguardo che non tutte le aziende possono vantare, soprattutto se costellati di piccoli e grandi successi e comunque sempre ponendo la soddisfazione del cliente prima del successo economico.

Ricorderete come nel 1985 il settore del marmo era ancora in pieno medioevo, un taglio curvo veniva eseguito ancora a mano in mezzo ad una nuvola di polvere, esistevano specializzazioni che oggi non si ricordano neppure e la fortuna di una azienda manifatturiera era determinata dalla bravura manuale, dall’esperienza di singoli individui e dalla  capacità del loro capo di fare ‘squadra’ attorno ad un progetto ed alle sue singole parti.

Le aziende cominciavano solo allora ad abbandonare il telex e a ricevere disegni ed immagini con il telefax: sembrava un miracolo! Poi l’avvento dell’informatica e del controllo numerico in sostituzione dei lettori ottici e delle artigianali macchine contornatrici a sagoma rigida. Quante imprecazioni attorno alla prima Brembana arrivata in laboratorio! Oggi un marmista è per il 60% della sua attività un operatore di macchina cnc, in grado di programmarla e di interfacciarsi con progettisti e disegnatori.I tempi di produzione e la qualità generale del progetto non sono neppure paragonabili.

Abbiamo percorso in questi anni, passo dopo passo questo percorso evolutivo ed oggi siamo un punto di riferimento per molti. Voglio per questo ringraziarvi perché soltanto grazie a voi è stato possibile il taglio di questo traguardo. Prima fra tutti ringrazio Michela mia compagna di vita e mia coscienza con la quale divido da sempre gioie e sofferenze, ma anche grazie ad Oreste, ai nostri duri scontri e alle prese di posizione su delicati temi di produzione, ad Enrico, mite ed instancabile lavoratore con il quale abbiamo trascorso giornate e nottate intere davanti alle frese ed  in sala preposa. Non da ultimo Giuseppe, eclettico ed inventivo, esperto in tutto e sempre presente e attivo nel migliorare ed ottimizzare le linee produttive. Un grazie anche a chi è salito a bordo più tardi e che rappresenta il domani di MLM.

Andiamo avanti così, con umiltà e con la sicurezza che ci viene dalla nostra non comune esperienza senza trascurare mai nulla, senza dare mai nulla per scontato, sempre come se fosse il primo giorno di scuola. Ai ‘vecchi’ dico: trasmettete la vostra esperienza senza timore ai ragazzi che oggi entrano in azienda, fateli sentire da subito parte della nostra famiglia, aiutateli a crescere in autostima, proprio in ricordo delle difficoltà che abbiamo dovuto superare in prima persona, spronateli e metteteli costantemente alla prova, perché l’eccellenza è comunque una dura conquista personale, ma per tutti noi l’unica  arma di difesa in questi tempi difficili.

Grazie.
Massimo Ligeri

Letto 1275 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti